Tu sei qui

Didattica a distanza nel metodo Montessori

“Il bambino non è debole e povero, il bambino è padre dell’umanità e della civilizzazione, è nostro maestro anche nei riguardi della sua educazione. Questa non è un’esaltazione fuori misura dell’infanzia, è una grande verità.”

(Maria Montessori)

E’ su questa espressione che si realizza il modello montessoriano riguardante l’educazione fin dalla nascita, segnando la sua diversità e peculiarità rispetto ad altre pratiche educative.

Il Metodo Montessori è stato ideato, studiato, progettato e realizzato per essere messo a disposizione del bambino e del suo sviluppo. Il protagonista su cui nasce e ruota tutto il movimento montessoriano è esclusivamente lui: il bambino. Maria Montessori, infatti istituisce per i bambini un ambiente, materiali, e attività specifiche al solo fine di potenziarne la crescita, l’autonomia e la libertà. Durante il suo attento e continuo studio di osservazione del bambino, Maria Montessori si rende conto quanto il movimento sia alla base di ogni cosa.

In questo momento storico così difficile e complicato (quello del COVID 19) è possibile pensare a delle attività di studio e lavoro per il bambino a casa!

Sono esercizi divisi in quattro grandi gruppi:

1.    Esercizi sulla cura di sé stessi: piccoli esercizi utili a far acquisire al bambino padronanza dei movimenti, sicurezza e indipendenza

  • lavare mani, viso e denti
  • pettinarsi
  • sapersi vestire e svestire
  • allacciare e abbottonare
  • mettersi le scarpe

2.    Esercizi di vita pratica sulla cura dell’ambiente: attività rivolte alla cura della casa e dell’ambiente in cui il bambino di trova; migliorano il movimento e la coordinazione e responsabilizzano molto

  • apparecchiare e sparecchiare
  • spazzare in terra
  • lavare i piatti
  • spolverare
  • pulire i vetri
  • travasare
  • riordinare

3.   Esercizi di vita pratica: quando il bambino avrà acquisito una buona padronanza dei movimenti, verranno introdotti esercizi gradualmente più complessi per sviluppare una motricità fine

  • esercizi con colla e forbici
  • diversi lavori con il filo

Inoltre, verrà introdotta un importante lezione collettiva: l’esercizio del silenzio. Questo specifico esercizio, riesce a perfezionare il coordinamento dei movimenti e l’equilibrio del bambino.

4.    Esercizi pratici che insegnano il comportamento nella società: attività, date spesso per “scontate” perché apparentemente innate, sono invece comportamenti di buona educazione che il bambino deve apprendere

  • salutare
  • scusarsi
  • parlare con voce bassa
  • aspettare
  • ringraziare
  • raccogliere oggetti in terra
  • mettere in ordine
  • non interrompere quando una persona sta parlando

Per quanto riguarda il punto 3 "Esercizi di vita pratica”, nella DaD Montessori le docenti stanno portando avanti un progetto didattico che tiene conto dei principi portanti del Metodo.

Gli allievi avranno la possibilità di realizzare attraverso la lezione online un percorso multidisciplinare che altro non è se non l’esplicitazione comunicativa di tutte le discipline!

Come avvio dell’attività, viene proposta agli allievi la visione di oggetti importanti (per es. quadri di autorevoli pittori) prima in modalità sincrona (Videolezione in Teams) per poter attivare con loro tutti i passaggi che di seguito permetteranno di continuare a casa l’attività in maniera autonoma.

La seconda tappa riguarda la consegna del lavoro svolto a casa, tramite la piattaforma Teams: questa è anche una modalità innovativa e concreta che permette ai bambini di prendere consapevolezza sull’uso delle tecnologie digitali.

La terza tappa è strutturata in modalità sincrona, dove la maestra osserva le mani degli allievi e li aiuta, solo se è necessario, a lavorare con correttezza nella presa e con armonia nel gesto grafico; questo modus operandi porterà man mano alla conclusione dell’attività.

La quarta tappa sarà conclusiva di tutto il progetto didattico: gli allievi non avranno semplicemente realizzato il loro quadro d’autore ma sono venuti a conoscenza dell’importanza cromatica dei colori, del loro significato spirituale, della consapevolezza nell’essere precisi nella misura e nella forma degli oggetti, nel registrare raccontando la loro esperienza artistica, impareranno a parlare agli altri e dunque si sforzeranno a parlare bene! Dai colori, alcuni artisti … li condurranno agli strumenti musicali, abbinando un colore ad uno strumento. E musica sia!!! Altro importante percorso che condurrà gli allievi verso ritmi, suoni e melodie … non dimentichiamoci che la Musica è anche sinfonia matematica, ritmo sillabico in italiano, storia del pittore (quando è nato), geografia del pittore (dove è nato)….Gli spunti per altre e diverse direzioni didattiche saranno gli allievi che con le loro “emergenze cognitive” indicheranno la “Strada Maestra” alle maestre!

AllegatoDimensione
PDF icon circolare-n-261.pdf144.1 KB

Sito realizzato da ValleMediaTime, sul modello distribuito da Porte Aperte sul Web.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.